Archivio per marzo, 2009

Ora illegale

Posted in Uncategorized with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 31 marzo 2009 by scrittiapocrifi

 

Puntuale, ogni terzo sabato di marzo, da dietro le spalle, arriva l’ora illegale. I telegiornali dicono che scatta, ma sbagliano perché a scattare non è l’ora e nemmeno l’orologio, ma il sistema neurovegetativo della gente.  Puntualmente, mi si sballa il bioritmo e per almeno tre settimane per l’intera mattinata sono uno zombie. Per esempio, adesso dovrei essere concentratissimo sul mio lavoro, ad elaborare sofisticate astrazioni. Ma ho scritto più o meno tre righe. E’ chiaro che devo ancora ossigenare il cervello e più di tanto non posso chiedergli. Quest’anno pensavo di poterla fregare, l’ora illegale. Sabato notte, prima ho messo gli orologi avanti di un’ora e poi me ne sono andato a dormire, fingendo di ignorarla. Domenica sera sono andato a letto alle undici che fino al giorno prima erano le dieci di sera. Lunedì mi sono svegliato alle sette e mezza che fino al giorno prima erano le sei e mezzo del mattino, un orario da stakanovisti, felice per aver giocato d’anticipo sull’insonnia, che però ha imprevedibilmente sgamato il trucco. E infatti, mi sembrava troppo bello di essere tutto pimpante e reattivo, ieri. Oggi l’insonnia si è vendicata, ed ero sveglio già alle quattro e mezza del mattino che fino al giorno prima erano le tre e mezza del mattino. Naturalmente, a quel punto era impossibile riaddormentarsi. Mi brucia lo stomaco e non ho il Maalox. Ho gli occhi a fessura, tutti arrossati. Il cervello galleggia quasi inattivo nella scatola cranica, senza nemmeno l’ovatto conforto dell’Aulin. Sarà forse stata colpa del guacamole di ieri sera?

Abbigliamenti ed abbagliamenti

Posted in Uncategorized with tags , , , , , , , on 24 marzo 2009 by scrittiapocrifi

Appuntamento di lavoro. Vedo un importante committente e non posso presentarmi vestito alla sains façon. Il vestito grigio chiaro è troppo elegante, quello marrone scuro è troppo primaverile, jeans e camicia non se ne parla proprio. Indosserò il solito tre bottoni color ardesia, una  button down sportiva in piquet verde oliva, un paio di polacchini in crosta color tortora, calzini grigio scuro da 2 euro, cintura di pelle nera. In pratica è come se il mio sarto fosse Stevie Wonder.

“Trovare un accordo fra cose di cattivo gusto: ecco l’eleganza. (Jean Genet)”

E soprattutto, non provate mai più a cercarmi digitando “figa dentata“.

La nausea (data entry men)

Posted in Uncategorized with tags , , , , , , , , , , , on 18 marzo 2009 by scrittiapocrifi

Caro Jean Paul, so che il tuo libro l’hai finito di scrivere settant’anni fa. Ma oggi il concetto rimane assai attuale, se si pensa alla vita grama dell’operatore di data entry, cioè quel poveraccio che per ore  ore ogni giorno se ne sta chino su una tastiera ad inserire dati di questionari. 
Il lavoro del data entry man consiste, infatti, nel tradurre in numeri all’interno di caselle risposte inutili a domande incomprensibili.
Quando sarà cresciuto professionalmente, gli consentiranno di analizzare le risposte inutili per tradurle in affermazioni prive di senso.
Poi, se farà carriera, sarà lui stesso a pensare le domande incomprensibili, cosi potrà verificare le sue ipotesi assurde e, allo stesso tempo, meritarsi fino in fondo tutto l’odio dei data entry men.

Abba Skärgårdssill

Posted in Uncategorized with tags , , , , , , , , , on 14 marzo 2009 by scrittiapocrifi

Mercato del pesce in Danimarca. Fonte: Life.

Mercato del pesce in Danimarca. Fonte: Life.

Aringhe marinate in creme frâiche con uova di capelin. Prodotto da: Abba Seafoods ltd. Sweden. Confezione da 220gr. Ottimo se servito su fette di pane di segale imburrate per un indimenticabile smørrebrød. Vino consigliato: Pinot Nero o Gewürtztraminer, ben fresco.

Unico problema: il sottofondo di “Dancing queen” tra un boccone e l’altro. E soprattutto, la palatalizzazione degli umlaut.

Estetica del disastro

Posted in Uncategorized with tags , , , , , on 12 marzo 2009 by scrittiapocrifi

oilspill

A MASSIVE oil clean-up is underway to limit the damage on southeast Queensland beaches after toxic fuel and fertiliser spilled from a cargo ship.
A lifesaver said oil slicks have been found as high up the coast as Marcoola and Yaroomba beaches on the Sunshine Coast.
Maritime Safety Queensland (MSQ) is conducting aerial and land-based inspections of beaches after 31 containers carrying 620 tonnes of ammonium nitrate toppled from a ship into the sea near Moreton Island yesterday morning.
Up to 30 tonnes of oil also leaked from the 180-metre Pacific Adventurer when it was damaged by a falling container, which has created a slick.

Fonte: The Australian

Mesi con la “erre”

Posted in Uncategorized with tags , , , , on 6 marzo 2009 by scrittiapocrifi

42-20909005

Nei mesi con la “erre” – dicono gli esperti – è sconsigliato mangiare frutti di mare come ostriche e cozze. Premesso che le ostriche tendenzialmente mi fanno schifo, come farò ad aspettare maggio, giugno, luglio, agosto per tornare a mangiare i miei consueti tre chili di impepata? E soprattutto, perché a gennaio si e a febbraio invece no?